Trattalia - Sito Ufficiale della PROLOCO DI ORROLI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Trattalia

Tradizioni > Cucina & Ricette

Trattalia

Si poniri sa trattalia de angioni e de crapittu in su forru finas a mezu cottura. Intantis si limpia po beni sa fisciura stuggendi puru sa nappa. Bogara de su forru sa trattalia si si segara in arrogus e si poniri in d’unu schidoni mera finu cun arrogheddus de grassu e fittinas de pani appena abbruschiau. Infilara sa trattalia s’acciungi su sali e su pibiri, si imbuddicara cun sa nappa e s’accappiara a su schidoni intriccendi tottu a giru sa frisciura. Si fairi arrustia a pagu a pagu in sa farredda o a s’ opertu cun fogu de linna.

Coratella di agnello al forno

Mettere in forno la coratella  di due agnelli e lasciare per circa 15 minuti. Togliere la coratella dal forno e tagliare a quadretti regolari. Lavare intanto in acqua corrente le budella dell’animale e le reticelle. Preparate degli spiedi sottili dove verranno infilzati, alternati 1 quadretto di coratella, 1 fettina di lardo, 1 triangolo di pane raffermo abbrustolito e 1 foglia di alloro, sale e pepe. Fermare lo spiedo così ottenuto avvolgendo intorno ad esso la reticella, e su questa le budelline intrecciate. Cuocere allo spiedo lentamente

 
Torna ai contenuti | Torna al menu