F - Sito Ufficiale della PROLOCO DI ORROLI

Vai ai contenuti

Menu principale:

F

Dizionario Sardo

DIZIONARIO: SARDO ITALIANO SPIRITOSO - F -

FACC’E CROXIU, s. Faccia di cuojo trasl. faccia tosta (cfr. FACC’E SOLA e FACCIA DI PALTA).

FACC’E LUNA PRENA, s. Viso a foggia di luna piena trasl. faccione tondo di ragguardevoli dimensioni es. Oh babbai, naraddi cosa a Nassi chi m’hadi nau facc’e luna prena! = Padre mio, redarguisci 1’Ignazio che mi canzona chiamandomi faccia di luna piena!

FACC’E SOLA, s. Faccia di suola trasl. aria, espressione assolutamente imperturbabile es Chistionaddu tui po su scontu, chi portas facc’e sola! = Richiedi tu una riduzione del prezzo, con quella tua solita aria imperturbabile!

FACCIA DI PALTA, s. Viso costituito da materiale immaginario che si suppone essere straordinariamente resistente e refrattario – trasl. gran dissimulatore (cfr. FACC’E CROXIU e FACC’E SOLA).

FACCIAMO QUELLI, escl. Garbata esortazione a compiere al piu presto una qualsiasi azione ritenuta particolarmente opportuna es. Facciamo quelli che si dormono = Orsu, andiamo a riposare.

FAI BENI E BAI’N GALERA, escl. Fai del bene e vai a finir in prigione. Motto ironico che descrive il destino sovente ingiusto che attende 1’uomo retto e probo.

FARE ACQUA, anche CAMBIARF. L’ACQUA ALLE OLIVE. v. Orinare, mingere - es. Mi seu tottu sciustu, faendi acqua contr’e bentu = Mi sono completamente inzuppato di orina nel mingere controvento

FARE PIANGERE:, v. cfr. GRANCIRE, SGOBBARE, CIULARE - Sottrarre q.c. al legittimo proprietario - es. M’anti fattu prangi su peraccu a sa posta = Mi hanno sottratto il paropioggia all’ufficio postale

FAULANCIU, anche BAULANCIU s. bugiardo, mentitore, ballista – es. Ses’unu baulanciu impastau a trassas (cfr.)! = Ti ritengo un bugiardo, imbroglione per costituzione!

FAULO, a. Falso, contraffatto, non veritiero es. Le Lacoste faule cianno il pistillone al posto del coccodrillo = Le imitazioni delle note polo francesi sono griffate con il gecco invece che con il coccodrillo.

FIGLIO DI VETRAIO, s. Individuo che, pur ritenendosi trasparente, impedisce con la sua sagoma la vista di q.c. ad altri

FILL’E ’NA QUAGLIA, s. Uomo di straordinaria astuzia! – es. Bruttu fill’e ’na quaglia, bellu borroni chi m’as fattu cun cussu carrettoni a benzina! = Omaccio straordinariamente astuto, che bella fregatura mi hai rifilato vendendomi quel catorcio di vettura!

FOGARONE, s. Grande fuoco, falo es. Toccada a carrigai linna meda po unu bellu fogaroni = è opportuno reperire un grosso quantitativo di legna per far ardere un bel Falò.

FONO, s. Asciugacapelli, phon es. I capelli molti vogliono asciugati a fono = E necessario 1’uso del1’asciugacapelli per le chiome più folte.

FORROGARE, v. Frugare, rovistare - es. Accabbadda (cfr.) de ti forrogai su nasu! = Finiscila di frugare nelle tue narici!

FOTOGRAFIA, s. Immagine fotografica - trasl. (nel calciobabilla), assoluta immobilità del portiere a seguito di cascione (cfr.)

FULIARE, v. Buttare, gettare alle ortiche - es. E ’bba e fuliancedda, cussa loffia (cfr.)! = Gettala pure alle ortiche, quella donna assai poco avvenente!

FURARE, v. Rubare - cfr. GRANCIRE, SGOBBARE, CIULARE, FAR PIANGERE

FURIGHEDDA, s. Frettolina, premura es. A s’urtimora mi pigada sa furighedda = Giunto all’ultim’ora di lezione, m’assale una certa frettolina d’andar via.

FURRISCA, s. Giuoco per fanciulli con piccole palle di vetro (il giuoco, non i fanciulli), consistente, nell’indirizzare con opportuni pistocchi (cfr. vol. I) . delle biglie verso una mèta finale costituita da una fossetta nel terreno.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu