D - Sito Ufficiale della PROLOCO DI ORROLI

Vai ai contenuti

Menu principale:

D

Dizionario Sardo

DIZIONARIO: SARDO ITALIANO SPIRITOSO    - D -

D’OGNADDID’E’PEI, escl. Per ciascun dito del piede trasl. millanta volte tanto es. Cantus annus hat’a tenni sa filla de sior Cois, bintidusu’? Eia! po d’ognaddid’e’pei! = Quale sarh mai 1’età della figliuola del signor Cois, forse ventidue anni’? Come no, per ogni dito del piede!

DAGA, s. Spada usata dai soldati romani - trasl. membro virile di ragguardevoli dimensioni - es. CHI DI DAGA FERISCE, DI DAGA PERISCE (prov.)

DENGHI, s. plur. Moine, coccole - es. Fammi poco poco di denghi, che oggi sono arrevescio! Deliziami un poco con le tue coccole, perché quest’oggi sono piuttosto nervoso e contrariato!

DENGOSO, a. Capriccioso, viziato come un principino

DEXI UNA FIGURINA, loc. Dieci figurine in cambio di una trasl. dieci volte tanto es. Sa Giulietta mia ’ndi faidi dexi una figurina de custu troddi’e Vosvaghe = La mia berlina Alfa Romeo vale almeno dieci mlte quella pretenziosa automobile germanica.

DI GHISA, a. Costituito da materiale ferroso trasl. cfr. DI LEGNO (vol. I) e DI GHISCIO

DI GHISCIO, a. Di gesso trasl. identico e ingannevole cosi come un calco di gesso rispetto ad un originale es. Ki bisi a sorrixedda mia, paridi propriu a Madonna! Eia, di ghiscio! = Se tu vedessi la mia sorellina piu giovane, potresti agevelmente constatare la sua somiglianza con la famosa canzonettista americana! Altroché, pare il suo calco di gesso!

DI LEGNO, escl. Nient’affatto - es. Ci benisi a sa passillada de Maidopis? - Di legno!! = Parteciperai alla rituale passeggiata sui Sette Fratelli? Nient’affatto!!

DIRE CONTENTO SONO POCO, escl. A dir poco sono contento. Preziosismo sintattico rilevato da Malvio De’ Cupin in occasione di una diretta TV di un recente evento sportivo es. Sior Mario, cosa ne pensa della promozione del Cagliari? Ah, guardi, dire contento sono poco!!

DISIGIO, s. Struggente desiderio, talora foriero di depressione ove non esaudito es. Mi seu trunchendi de su disigiu de bidi a mamai! = Mi struggo pel desiderio di rivedere la mia vecchia madre!

DOGANA, s. Giuocatore di calcio od altro sport di squadra eccessivamente individualista - es. ’Tticca sa dogana! = Che individualista esasperato!

DOMENGHINI, s. Violento pugno al volto sferrato di destro, secco e potente come il "destro" dell’indimenticata ala rossoblu - es. Ti zaccu unu domenghini chi ti fazzu is olieras a lent’a contattu = Ti sferro un pugno di destro al volto di tale violenza da tramutare i tuoi occhiali in lenti a contatto

DORMITORIO, s. Farmaco ipnagogico, sonnifero es. M’anti nau chi sa mutua no passada prusu su dormitoriu = Mi è stato riferito che il Servizio Sanitario Nazionale non dispensa più gratuitamente i farmaci ipnagogici.

DRINGHIDI, escl. Ancora, di nuovo - es. E dringhidi, o ’Gnazio, cun cussa manu a pizz’e sa coscia! = Ancora insisti, o Ignazio, con quella tua manaccia sulla coscia!

DROLLO, a. Impacciato nei movimenti, poco pratico di q.c. - es. Drollu comenti sesi, chi ti ’ongu unu fusili, ti boccisi a solu = Impacciato e maldestro come sei, se ti mettessi in mano un fucile, saresti capace di ammazzarti da solo

DUMBO, s. Elefantino volante protagonista di fumetti e cartoni animati trasl. individuo dalla corporatura massiccia ma dall’aspetto tutt’altro che minaccioso.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu